5 errori che faranno fallire la tua impresa on line, tu li fai?

Se sei uno di quegli imprenditori (8 su 10) che non è per nulla soddisfatto del sito aziendale o del suo blog professionale, controlla se stai commettendo questi 5 errori gravissimi nelle tue strategie di marketing.

Il 90% delle imprese che nascono on line, sono destinate a morire prima di compiere il loro secondo anno di vita. Il 75% di queste, addirittura non arriva alla fine del primo anno. Sto parlando di vere e proprie Start Up, ma anche di Aziende che vivono off line e finalmente decidono di investire sul web. Tutte puntano ai principali benefici di avere un sito web aziendale, che sono:

  • Aumentare i profitti
  • Diminuire gli investimenti
  • Snellire il lavoro
  • Aumentare esponenzialmente il proprio bacino d’utenza

I principali motivi per cui imprenditori e privati falliscono la propria impresa on line, sono da attribuire a 4 principali cause,  scaturite da 5 errori gravissimi, che fra poco leggerai.

I 4 motivi sono, mancanza di traffico in target, mancanza di vendite, mancanza di posizionamento, conversioni bassissime. Ognuna di queste cause, come dicevamo, è figlia di errori gravi e di azioni omesse nella gestione di un sito.

Ora, considerando che, ogni giorno nascono circa 2000 siti solo in Italia, se stai pensando di improvvisare o di tirare a campare sul web, ti consiglio di non cominciare nemmeno, perché tutto quello che farai è un tonfo bello forte, perdendo tempo, sonno, soldi e capelli, nel cercare di far arrivare visitatori in target sul tuo sito.

Tanto per chiarire, visitatori in target (lo dico a beneficio di chi non lo sa), sono quelle persone che giungono sul tuo sito dopo aver ricercato il tipo di servizio o prodotto che vendi tu, pertanto pronte a comprare.

Quindi, 9 volte su 10, se un visitatore in target arriva sul tuo sito e non compra, la colpa è tua, fattene una ragione e comincia a pensare come rimediare. La prima mossa che puoi fare, è di evitare questi 5 errori, il che ti porrà un passo avanti ai tuoi concorrenti.

Ecco dunque i 5 errori:

1) Pensare che un sito possa vendere da solo;

Scommetto che stai pensando proprio a questo, proprio in questo momento. Fatto il sito, adesso mi metto lí e aspetto che comincino ad arrivare le vendite. Com’è triste quando sia proprio io durante le mie consulenze a dover dare questa brutta notizia, a fior fior di imprenditori e professionisti, che pensano di aver trovato lo strumento che li farà smettere di lavorare.

Mettiti in testa che il sito è una vera e propria attività commerciale, che tu sia un privato o un imprenditore. Necessita di pianificazione, studio, strategia, tattica, test e velocità. Il web è un sistema dinamico, tutte queste attività le dovrai fare velocemente e correggendo gli errori, con umiltà e chiarezza d’intenti.

Nessun sito venderà nulla, se non dopo un’attenta e accurata pianificazione delle strategie da adottare.  Studia il tuo mercato, decidi la strategia, testala immediatamente, se funziona ok, altrimenti cambia, velocemente.

2) Pensare che il tuo prodotto sia fico e quindi i tuoi clienti devono per forza acquistarlo;

Il grande pubblicitario David Ogilvy diceva: “le persone non comprano trapani, comprano buchi” .  Capito il senso? Non esiste un prodotto super fico che le persone compreranno a prescindere. Nessuno compra a prescindere. Quando acquisti lo fai per soddisfare un bisogno, una necessità, inconsciamente rispondi ad un impulso e acquisiti con la parte emotiva del tuo cervello, poi giustifichi la tua azione con la razionalità.

Tutto questo per farti capire che, il tuo sito aziendale o il tuo blog professionale, devono trasudare benefici verso il tuo target. Tienilo a mente quando scriverai il tuo prossimo articolo.

3) Pensare che aprendo un profilo o una pagina Facebook farai milioni;

Il Social Media Marketing ormai è da considerarsi una vera e propria scienza. Sui Social vengono effettuati studi Sociali e comportamentali, che aiutano a capire come le persone rispondono a certi tipi di  stimoli. Perché ti dico questo? Perché la vendita suoi Social non si puó standardizzare, e non é mai casuale. Devi studiare la tua nicchia, i gruppi di appartenenza che parlano del tuo prodotto/ servizio, studiare il loro stile comunicativo e adattare il tuo al loro.

Solo così riuscirai a farti conoscere e apprezzare e,  forse cominceranno a comprare da te.

4) Pensare che Google tu lo paghi e quindi deve farti per forza vendere, perché a lui conviene! (qui si parla di advertising);

Questa é bella. Nel 2013 Google ha fatturato 50 miliardi di dollari con più di 1 miliardo di utenti attivi.  Secondo te a Google interessa davvero che tu venda le tue scarpe o il tuo software gestionale? Se pensi questo, ti conviene davvero risparmiare i soldi che butti via ogni giorno e andartene in vacanza.

Ricorda questo. Google detta le regole, sta a te, o chi per te, impararle e rispettarle alla lettera e, forse raggiungerai i risultati sperati. Quali sono queste regole? Te le riassumo in 3 parole, facili facili.

  1. Qualità;
  2. Congruenza;
  3. Novità.

In uno dei prossimi articoli parleremo proprio di questo . Tu sappi soltanto che, se riesci a mettere queste 3 semplici azioni nel tuo marketing, Google ti premierà sul serio.

Già, e ti do un’altra splendida notizia. Proprio perché Big G. è il capo incontrastato, si può permettere di essere meritocratico, e di far applicare le regole a tutti. Comportati come devi e raggiungerai il tuo obiettivo, nessuna lobby o potere forte ti ostacoleranno. Non è incredibile questo per noi italiani 🙂 ?

5) Pensare che tu non abbia bisogno di marketing perché ti basta il passaparola;

Che cosa credi che sia il marketing? Diffida da chi ti vende fumo a suon di strategie comparate, algoritmi e numeri, per farti credere che il web marketing sia appannaggio di pochi. Il marketing è un insieme di strategie che,  semplicemente,  portano il tuo potenziale cliente ad innamorarsi di te e del tuo prodotto.

E cosa credi che farà una volta trovatosi bene con te? Parlerà di te a tutti e, tornerà continuamente a comprare da te. Puoi metterla come vuoi, ma solo migliorando la qualità della vita dei tuoi clienti diventerai milionario.

Come puoi farlo? Semplicemente in 3 mosse.

  • Aumenta il valore del tuo prodotto;
  • Ricordati dei tuoi clienti anche dopo che hanno comprato;
  • Aumenta la qualità del tuo customer service;

 In queste 3 semplici mosse risiede il segreto del successo di ogni imprenditore.

Bene, caro amico aspirante web marketer e imprenditore del web. In questi 5 errori sono racchiusi il 90% dei siti che oggi sono sul web, quindi scalzando almeno questi 5, farai davvero un grande salto in avanti, se poi vuoi approfondire puoi andarti a vedere il mio video corso gratuito che ti darà altri notevoli spunti per la tua Start Up on line.

Mi piacerebbe sapere da te se hai trovato altri errori sul tuo sito e vorrei che lo condividessi con noi, poi,  naturalmente dovresti diffondere il più possibile questo articolo, per ripagarmi della fatica fatta per scrivere più di 1000 parole :).

A te basta solo un click, cosa ti costa in fondo?

Per ora é tutto, ti auguro il meglio per la tua vita e il tuo business.

Nicolò.

Related Posts

Leave a reply