Sei un piccolo imprenditore? Scopri come ce l’ha fatta Marco, con queste 3 strategie

Se sei un piccolo imprenditore e la tua azienda é poggiata interamente sulle tue spalle, usa queste 3 strategie ed aumenterai clienti e fatturato, come ha fatto Marco

Ho chiaramente capito che fare l’imprenditore non è cosa da tutti. Ho capito che la vera svolta è ESSERE imprenditore, comprendendone filosofia e sacrifici.

Voglio raccontarti la breve storia di Marco, piccolo imprenditore del centro Italia, stimolo per questo articolo, dal quale ho appreso un’ importante lezione di vita e professionale, che mi ha dato speranza, così deluso come sono dalla nostra povera Italietta, sempre più preda di itaglioti saccenti e catastrofisti.

Come dico sempre, se l’Italia fosse lasciata a questi italiani, vero polmone della nostra economia, le cose migliorerebbero notevolmente e in breve tempo.

Da Marco anche tu imparerai che, a discapito di crisi, tasse, crediti insoluti, IVA a credito, cattivi pagatori, mercati emergenti e chi più ne ha più ne metta, usando mentalità e strategie giuste, non solo ce la puoi fare,  ma puoi crescere e sfruttare l’indebolimento dei mercati, per creare opportunità di business.

Che tu decida di avviare una Start Up o che sia già un imprenditore che lotta per tirare a campare, cambia il modo di pensare e agire, partendo da qui.

Torniamo dunque al nostro Marco.

Come ti dicevo, Lui ce la sta facendo, e giorni fa mentre discutevamo della pianificazione per la sua Start Up da internazionalizzare, sono rimasto sbigottito nello scoprire delle capacità che, non solo hanno salvato la sua Impresa dalla crisi imperante, ma gli hanno permesso di crescere, cercare e creare nuovi business, posti di lavoro e fatturato.

Lui ha quasi 60 anni, verve tipica del combattente, persona semplice e intelligenza acuta. Parlando con lui,  spicca la sua marcata inflessione dialettale, il che può inizialmente far pensare che possa trattarsi del solito commerciante, improvvisato imprenditore, che tira a campare.

Mai lasciarsi guidare dalla prima impressione, dicono i saggi. Marco è preparato, dietro la sua scrivania spiccano diversi diplomi e attestati di partecipazione a corsi, seminari e aggiornamenti professionali a cui ha partecipato durante la sua carriera.

Ecco che davanti a me e al mio partner esperto in mercati esteri, Marco non appare per nulla intimidito, anzi “sciolina” una preparazione tipica del soldato che conosce il campo di battaglia, forse incoraggiato dalla nostra umiltà e voglia di scoprire i suoi segreti, di sentire finalmente un imprenditore che fa, piuttosto che lamentarsi.

La prima strategia che lui ci consiglia, perché figlia della sua esperienza è:

Un imprenditore che si vuol far chiamare tale non deve mai essere innamorato del proprio prodotto, perché  in qualsiasi momento deve essere pronto ad eliminarlo dal mercato se non è abbastanza redditizio.

Marco ha fondato la sua azienda più di 30 anni fa, tratta principalmente energie rinnovabili, ma in questi ultimi 20 anni ha adattato e plasmato la sua Azienda ai mutamenti del mercato, ed ecco uno dei motivi principali del suo successo.

Saper adattare la propria Azienda ai cambiamenti che il mercato presenta, continuamente.

Poi prende un foglio bianco e ci fa un disegno sopra. Traccia una linea dicendo, tu sei qui e, la tua Azienda, il tuo stile di vita sono su questa linea, insieme a te. Se vuoi salire ad un livello superiore e portarti tutto dietro, il primo a salire devi essere tu.

Traduzione? Cambia il tuo modo di pensare, di agire, migliora la tua preparazione professionale e personale e tutto ciò che ti è attorno migliorerà con te. Cavolo sembra una banalità ma ragionaci un attimo. Come puoi pretendere di guadagnare di più e fatturare di più se continui a fare quello che hai fatto fino ad oggi?

Terza strategia: sappi ascoltare chi ha bisogno del tuo prodotto, saranno loro a dirti quale sarà la formula giusta per migliorarlo fino a renderlo perfetto.  Oggi il web ti da la possibilità di carpire le esigenze del tuo target, le problematiche e i problemi delle persone. Parti da quello per capire quale sia il prodotto perfetto che accontenti il tuo target di riferimento.

Fai test, continuamente, modifica, controlla e perfeziona il tuo prodotto fino a che non avrai realizzato qualcosa di davvero risolutivo e prezioso.

Marco ce la fa, lui lavora e pensa, lui guarda avanti e non si ferma troppo sui suoi errori perché li considera opportunità per imparare qualcosa di nuovo.

E tu? Sei come Marco e vorresti seguire i suoi consigli per rendere la tua Start Up un’impresa solida e duratura? Se avrai l’umiltà di imparare e continuare a crescere, anche i tuoi clienti, i tuoi fatturati e vendite continueranno a crescere.

Spero di aver fatto cosa gradita, e mi piacerebbe che lasciassi un commento parlando della tua Start Up oppure consigliando altre strategie a giovani imprenditori nascenti.

A presto,

Nicolò

Related Posts

1 COMMENTS

  1. luglio 31, 2014 19:40 Rispondi

    Bella storia, al giorno d'oggi e' così, o ti rigeneri o sei perduto

Leave a reply