Strategia LinkedIn: 4 passaggi per trovare nuovi clienti

LinkedIn è il social network per eccellenza legato al mondo del lavoro: consente di sviluppare la propria rete professionale, sia che tu stia cercando lavoro, sia che tu stia cercando contatti di qualità per convertirli in clienti.

 

Se vuoi trovare nuovi clienti attraverso LinkedIn, ti mostrerò in 4 passaggi una strategia infallibile da seguire passo per passo.

 

1) Sviluppa il tuo Personal Branding prima di aumentare la tua rete di collegamenti

Nell’area dedicata al profilo, c’è la possibilità di inserire moltissime informazioni legate al tuo mondo professionale: non solo informazioni basilari, ma anche eventuali esperienze di volontariato, riconoscimenti, premi, progetti. Quello che comunichiamo di noi stessi è fondamentale per sviluppare un forte personal branding e trovare nuovi clienti!

 

Compila attentamente tutti gli spazi a disposizione, scegli con cura le parole chiave che ripeterai più volte all’interno del profilo, anche nelle competenze, poiché rappresentano dei filtri di ricerca per farti trovare dai potenziali clienti o colleghi.

 

Puoi anche rilasciare e richiedere delle segnalazioni: si tratta di recensioni scritte ai/dai propri collegamenti di primo grado per riconoscere o raccomandare un collega.

 

Una volta compilato attentamente il tuo profilo, esponendo le tue qualità ed esperienze professionali, giunge il momento di allargare la tua rete professionale cercando contatti che corrispondono l tuo target.

 

Il motore di ricerca linkedIn è molto avanzato e permette di effettuare ricerche precise di persone, gruppi, aziende, inserendo moltissimi filtri. Trovi questa funzione in alto, accanto al motore di ricerca, cliccando su “avanzata”.

 

2) Aumenta la tua rete di collegamenti di primo grado

Quando esegui la richiesta di collegamento a un potenziale cliente o collega, ricordati SEMPRE di personalizzare il messaggio, chiamando per nome del contatto e dando una valida motivazione della tua richiesta (bastano due o tre righe).

 

NON PROMUOVERE I TUOI PRODOTTI O I TUOI SERVIZI, nella maggior parti dei casi non accetteranno la tua richiesta di connessione.

 

Ogni volta che ricevi una richiesta di connessione, ringrazia l’utente per il suo invito a connetterti, attraverso un messaggio personalizzato. Un esempio potrebbe essere il seguente:

“Gentile Mr.X,

grazie per il tuo invito. Spero ci saranno opportunità per rimanere in contatto e che la nostra connessione sia di reciproco vantaggio.

Cordiali saluti,

Francesca”

 

Vorrei ricordarti un’utile funzione concessa da LinkedIn per avere sottocontrollo le tue connessioni e i tuoi potenziali: hai la possibilità di esportare in formato CSV le tue connessioni di primo grado. I passaggi sono i seguenti: “rete”, “contatti” e in basso a destra “esporta collegamenti”; ti sarà utile per studiare il tuo target, osservare il settore di lavoro, il ruolo, l’azienda per cui lavorano.

 

Fai in modo di attivare una community attraverso la messaggistica di LinkedIN, rimani sempre in contatto avviando conversazioni per trasformare le tue relazioni da “virtuali” in “reali”.

 

3) Iscriviti ai gruppi

I gruppi LinkedIn sono un ottimo “luogo” in cui poter trovare centinaia o, nei migliori dei casi, migliaia di potenziali clienti. Sempre attraverso il motore di ricerca, trova i gruppi che corrispondono ai tuoi interessi professionali e clicca su “iscriviti”. Una volta accettata la tua richiesta di connessione hai accesso a molte possibilità di relazione: studia una strategia di approccio che non sia considerata Spam ed entra in contatto con i membri del gruppo!

 

Nei gruppi LinkedIn puoi: avviare discussioni, pubblicare articoli del tuo blog (sconsiglio quelli puramente promozionali), partecipare alle discussioni iniziando a farti conoscere e a mostrare le tue competenze nel settore, allargare le tue connessioni e puoi inoltre inviare messaggi con allegati ai membri del tuo stesso gruppo senza che siano connessioni di primo grado.

 

Inoltre, se fai parte di un gruppo e non hai disattivato le notifiche di ricezione sulle email, periodicamente riceverai un email con tutte le discussioni avviate in quel gruppo, e così le riceveranno anche gli altri membri: un bel modo per diffondere i propri articoli, non credi?

 

4) Crea il tuo gruppo

Dopo aver studiato i gruppi che circolano su LinkedIn, studia l’idea di un gruppo che non esiste ancora, che sia originale, unico… e crealo! In secondo luogo invita tutte le tue connessioni a far parte del gruppo, sviluppa con il tempo un importante database di contatti, in modo tale che le richieste di adesione siano frequenti e automatiche. Anche in questo caso, ringrazia con un messaggio personale le persone che accetterai nel tuo gruppo e fornisci una motivazione valida ai contatti che non approverai nel gruppo, perché è importante che all’interno del tuo gruppo ci siano connessioni che corrispondano al tuo target.

 

Infine, ho il piacere di esporti un’altra utilissima funzione di LinkedIn all’interno del tuo gruppo: la possibilità di inviare annunci. Nella sezione “gestisci”, sulla sinistra trovi “invia un annuncio”, compila il form con titolo e testo, invia prima un test al tuo indirizzo email e, apportate le eventuali modifiche, invia! Tutti i membri del tuo gruppo riceveranno un’email con il testo del tuo annuncio.

 

Vuoi promuovere la conoscenza di un evento? Una promozione esclusiva? Un’offerta limitata? Manda un annuncio! Ma attenzione che ne puoi inviare solo uno a settimana. E sei hai sviluppato un forte personal branding puoi avviare collaborazioni con altri proprietari di gruppi, scambiandovi pubblicazioni di annunci per esempio! Anche grazie alle facebook ads puoi promuovere la tua attività oppure un evento!

 

LinkedIn offre moltissime opportunità di relazione, per trovare nuovi clienti o collaboratori. Sono davvero molti i vantaggi che otterrai se segui attentamente la strategia da me studiata e verificata!

 

Se trovi utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici!

A presto,

Francesca

 

 

Leave a reply